Chi è online

 7 visitatori online
TuttoBonsai Sinistri

SINISTRI BONSAI


Il Bonsai Club “Perla dello Jonio” vuol offrire, con la presente rubrica, uno spazio a tutti i bonsaisti che hanno subito la sottrazione di uno o più bonsai.

Chi ruba un bonsai può farlo per due motivi: tenerlo per sé e goderselo in segreto, senza
mai farlo vedere in pubblico, senza poterlo esporre a una mostra e in tal caso sarà come un gioiello chiuso in una anonima cassetta di sicurezza di una banca e, probabilmente, sarà difficile ritrovarlo; oppure per tentare di venderlo a qualche appassionato: in tal caso queste pagine del nostro sito potrebbero essere utili per evitare un incauto acquisto (art. 712 cod. pen.: “Chiunque, enza averne prima accertata la legittima provenienza acquista o riceve a qualsiasi titolo cose, che, per la loro qualità o per la condizione di chi le offre< o per l’entità del prezzo, si abbia motivo di sospettare che provengano da reato, è punito con l’arresto fino a sei mesi”). Più grave ancora è il reato di ricettazione (art. 648 cod. pen.) punito con la reclusione da due a otto anni e la multa da € 516 a € 10.329.

Diffidate di chi vi offre Bonsai di pregio a poco prezzo e, se Vi è possibile fotografateli (magari anche col telefonino) e segnalatecelo. Ricordate che entrambe i reati sono procedibili d’ufficio.

Il Bonsai Club “perla dello Jonio” intende creare un data base nazionale e procedere alle denunce in tutta Italia poiché rubare un Bonsai non è rubare un oggetto qualunque, ma significa rubare il lavoro di anni, di cure, di attenzioni, di premure; significa rubare un essere vivente il cui valore trascende il valore commerciale e che può determinare in un soggetto anche gravi conseguenze. Vi faremo sapere come è finita.

Scarica il Modulo di denuncia